La sbavatura chimica ed elettrolitica

Scienza, ricerca e sviluppo

  • Sputtering: PVD, HiPIMS, CVD;
  • Trattamenti chimici: Elettrolucidatura, incisione, deposizione, trattamenti al plasma, pulizia;
  • Materiali, analisi delle superfici.

Torna all’homepage

 La sbavatura elettrolitica è un processo elettrochimico che permette la lucidatura di qualsiasi superficie metallica anche in zone dove metodi manuali o lavorazioni meccaniche sono impraticabili o non adatti per qualità, produttività o ragioni economiche.

Quando non è possibile collegare la parte da trattare ad un elettrodo è possibile eseguire una sbavatura chimica inserendo semplicemente il pezzo in una soluzione chimica aggressiva e specifica per il metallo da trattare. Rispetto alla sbavatura elettrochimica ha il vantaggio di essere più economica e semplice da utilizzare soprattutto per pezzi piccoli, ma risulta più lenta.

Alcune applicazioni di questa tecnica in vari campi sono:

  • Zip di rame
  • Rotori di pompe turbo molecolari
  • Perni dentali in titanio
  • Gioielli d’oro senza l’utilizzo di cianuri